I ‘LEGO klodser’ di legno

“Klodser” in danese significa semplicemente “blocchi”, come termine è quindi abbastanza generico e viene comunemente usato anche per definire i normali mattoncini.

Se si parla però di klodser di legno allora il discorso cambia e l’oggetto di cui si parla diventa molto specifico. Si tratta infatti di due scatole di grossi cubi di legno, realizzati dalla LEGO tra il 1946 e il 1948 (prima quindi dei mattoncini di plastica).

Sono quindi due scatole, una più piccola ((1)501) e una più grande ((1)500), con rispettivamente 18 e 36 di questi cubi. Da qui in poi parlo in dettaglio della scatola 500 (che possiedo). Ogni cubo ha una lettera (danese, quindi anche “æ” e “ø”, ma niente “å” che fu introdotta nell’alfabeto danese solo nel 1948, e nemmeno niente “w”, introdotta solo nel 1980) e/o un numero (1-9) su più facce, un numero con la scritta LEGO (da usare magari come calendario, nella scatola grande) su un’altra e un disegno su una terza faccia dei primi nove cubi. Si possono quindi comporre semplici parole o costruire un calendario.

Continua a leggere I ‘LEGO klodser’ di legno

Torna un tocco di Classic Space!

Non scrivo articoli per mesi e poi ne faccio due nel giro di un’ora. Ma questa è una novità, e capita raramente di postare novità, qui!

Era probabile che con il LEGO Movie 2 in arrivo, sarebbero arrivati altri nuovi set “Classic Space” (per modo di dire, non facciamo troppo i puristi), e così è stato!

Oggi sono stati annunciati i set del LEGO Movie in uscita il 26 dicembre e tra questi spicca sicuramente… questo!

70841 — Benny’s Space Squad

Wow, una specie di battle pack Classic Space; con Benny e tre minifig “normali”, con torso perfetto e testa classica, di cui una gialla (Kenny), una bianca (Jenny) e una… rosa (Lenny)! Con robottino e accessori classici (la radio, la chiave…) e persino due mezzi: una mini-astronave (con slope stampato?) e un mezzo da terra che ricordano da vicino i set di 40 anni fa.

UPDATE: I caschi delle tre minifig “classiche” sembrerebbero la versione vecchia, ma con un rinforzo dove tipicamente i vecchi caschi si spezzavano! Vedremo! (Grazie all’Esperto Classic Space per questa informazione).

Inoltre c’è anche quest’altro set (70821 — Emmet and Benny’s ‘Build and Fix Workshop’), per bambini più piccoli, con un’astronave più grande… che include il “nuovo” Slope 33 3 x 6 in Trans-Yellow!

L’integrazione Modulex – Parte 2

Mattoncini Modulex 1×3 e plate LEGO

Sorprendentemente, un mattoncino 1×3 Modulex si incastra sotto qualsiasi plate LEGO largo due stud (tranne il plate 1×2). Ancora meglio: il plate LEGO 2×2 permette la connessione di tre mattoncini Modulex 1×3 e l’incastro è perfetto.

Per tutte le dimensioni di plate più lunghe del plate 2×2, dev’esserci uno spazio, perché, dopo il primo, ogni secondo mattoncino Modulex 1×3 si scontra con i tubi sotto il plate. Se non volete procedere così, potete affiancare più plate 2×2, come mostrato sopra.

Cosa possiamo fare con questa connessione? Il pezzo Modulex si può inserire così e poi mostrare gli stud o il lato inferiore ed entrambe le variazioni si possono usare in verticale o in orizzontale. Il disegno della parte inferiore mi ricordava delle piastrelle di legno che si usano in giardino o su di un balcone, così ho fatto una scenetta per provare questa tecnica.

Continua a leggere L’integrazione Modulex – Parte 2

L’integrazione Modulex – Parte 1

Ho comprato i miei primi mattoncini Modulex lo scorso giugno. Non so esattamente perché mi sia finalmente deciso a provarli, ma probabilmente è stato a causa del colore Terracotta, un bel marroncino tenue. Mi piace molto usare i colori tenui e il Terracotta Modulex ha una tonalità molto adatta per realizzare tetti o strisce decorative negli edifici.
Sapevo già che le dimensioni Modulex erano completamente differenti rispetto al LEGO System, per cui non mi aspettavo nessuna ‘vera’ integrazione. Il mio scopo era quello di trovare delle tecniche con cui riuscire a incastrare i mattoncini Modulex senza usare gli stud: cioè con barre e clip o persino con elementi Technic. Così ho deciso di ordinare un certo numero di pezzi base; tra cui un sacco di tile Modulex Terracotta in diverse dimensioni.

Continua a leggere L’integrazione Modulex – Parte 1

L’episodio LEGO di “The Toys That Made Us”!

“The Toys That Made Us” è una serie di documentari di Netfix dedicati al mondo dei giocattoli. Da oggi è disponibile la seconda stagione e il terzo episodio di questa è dedicato alla storia LEGO!

Fatto davvero molto bene, il documentario parte dall’inizio con Ole e segue la storia LEGO (Soffermandosi come sempre parecchio sugli anni della crisi). Molti di voi probabilmente riconosceranno alcune delle persone intervistate a Billund!

Ecco un trailer:

Davvero imperdibile per ogni appassionato LEGO… e soprattutto di storia LEGO, come noi! Non attendete oltre, qui trovate la pagina dello show, l’episodio LEGO è il 2×3… se avete Netflix, potete vederlo subito, se non l’avete, il primo mese e gratis e quindi potete comunque vederlo subito!

Il brevetto del mattoncino ha 60 anni!

Se tutto va bene questo articolo viene pubblicato alle 13:58 di domenica 28 gennaio 2018… esattamente 60 anni dopo la domanda di brevetto del mattoncino come lo conosciamo oggi depositata in Danimarca nel 1958 da Godtfred Kirk Christiansen.

Visto che si sta festeggiando questa data (e persino l’orario 13:58 alla LEGO House), spieghiamo brevemente il procedimento di deposito brevetto.

La data di deposito della prima domanda di brevetto (in questo caso il 28 gennaio 1958) è chiamata “Data di priorità”. Dopo questa data l’inventore ha 12 mesi per estendere la domanda al resto del mondo.

Le foto del famoso documento che si trova ovunque (anche qui sotto, sulla destra) riguardano il brevetto USA e sono quindi indicate la data di deposito in USA (il 28 luglio 1958) e la data di pubblicazione (24 ottobre 1961). Ma a far fede rimane la data iniziale danese, cioè… oggi!

Il brevetto danese e la richiesta di brevetto USA.

Naturalmente poi i mattoncini in realtà esistevano già dal 1949 (senza tubi) e dal 1958 a oggi ci sono state tantissime micromodifiche (e una macro: il materiale)… ma di questi argomenti parleremo un’altra volta. Oggi festeggiamo quella che è stata una delle innovazioni fondamentali (se non la più fondamentale) che ha reso LEGO quello che è oggi!

Un ringraziamento a Luca Signorini per la consulenza.

“Guida turistica” di Billund

Billund è ormai da decenni meta di turisti da tutto il mondo, ma fino a pochi mesi fa questi turisti si limitavano al percorso aeroporto -> hotel -> LEGOLAND e viceversa. Oggi, con l’apertura della LEGO House, questo sta cambiando e la gente sta finalmente iniziando a dirigersi anche verso il centro del paese. Ma oltre a LEGOLAND e alla LEGO House ci sono decine di altre cose relative alla storia LEGO che si possono vedere semplicemente facendo una passeggiata a piedi per il paese, nonostante le sue dimensioni molto ridotte.

Continua a leggere “Guida turistica” di Billund

Tanti auguri a Kjeld Kirk Kristiansen

Kjeld immortalato sulla base del Town Plan.
Kjeld immortalato sulla base del Town Plan.

Oggi Kjeld Kirk Kristiansen compie 70 anni. Festeggiamo il compleanno facendogli gli auguri con una brevissima e assolutamente non esaustiva occhiata alla prima parte della sua vita, quella “coperta” da questo sito, essendo lui probabilmente la persona che ha vissuto sulla propria pelle più di chiunque altro al mondo ogni singolo sviluppo del mattoncino LEGO®.

Kjeld nasce il 27 dicembre 1947 ed è il secondo figlio di Godtfred Kirk Christiansen e Edith Nørregaard Knudsen. Godtfred e Edith si erano sposati nel 1944 e al momento della nascita di Kjeld hanno rispettivamente 27 e 23 anni. Kjeld fa quindi in tempo a conoscere il nonno Ole Kirk Kristiansen, fondatore della LEGO, che ci lascerà nel 1958.

Continua a leggere Tanti auguri a Kjeld Kirk Kristiansen

Set dell’anniversario

Una copia della richiesta di brevetto fotografata alla LEGO House.
Ogni tanto anche qui si parla di novità! Se queste novità sono legate al passato…

LEGO ha appena pubblicato le foto in alta risoluzione del set 40290 celebrativo dei 60 anni del brevetto del mattoncino LEGO® che si festeggeranno il 28 gennaio 2018 perché il 28 gennaio 1958, esattamente alle ore 13:58, fu depositata la richiesta di brevetto del mattoncino LEGO con i tubi sotto.

Si tratta di un set sulla falsa riga di quello dedicato ai 50 anni dei treni regalato ai dipendenti LEGO lo scorso Natale, ma che per fortuna questa volta sarà disponibile per tutti e verrà dato in omaggio a chi spenderà più di un tot sul LEGO Store (la promozione esatta, in Europa, è ancora da specificare) e che ripropone versioni microscale del Castello Giallo (375), della Galaxy Explorer (928), della monorotaia (6399) e del Black Seas Barracuda (6285).

Naturalmente il 375 e la 928 (insieme alla minifig) festeggeranno nel 2018 anche i loro primi 40 anni.

Il set è stato progettato dalla designer Mel Caddick.

Continua a leggere Set dell’anniversario

Filmato Classic Space alla LEGO® House

Tornerò a parlare ancora molte volte della LEGO® House (che verrà inaugurata ufficialmente domani a Billund), ma non posso fare a meno di condividere subito questo piccolo dettaglio.

Nell’intervista al designer responsabile della creazione del tema Spazio Jens Nygaard Knudsen realizzata da Mark Stafford e pubblicata su BrickJournal n. 6 del 2009 in USA (e tradotta su BrickJournal n. 6 in Italia) c’è questo paragrafo tratto da una conversazione che includeva anche il designer Niels Milan Pedersen:

“Ricordo che alla fine degli anni 70 avevamo persino realizzato un breve film spaziale in stop-motion. Kjeld [Kirk Kristiansen] potrebbe averlo ancora. Volammo tutti a Copenhagen e ci facemmo allestire la prima in un cinema!” I due ridono e parlottano in danese per qualche minuto, per poi dirmi che non tradurranno nulla visto che tanto quella storia non potrei mai pubblicarla! E poi ridono di nuovo. “Volammo a Copenhagen anche per vedere Guerre Stellari, quando uscì, ma non influenzò i primi set Space che erano già terminati nel 1976 e con le primissime versioni già pronte nel 1973”, racconta Jens.

Bene, nella History Collection della LEGO House c’è anche un piccolo cinema dove vengono proiettati dei filmati a ripetizione… e uno di questi filmati è proprio un filmino Classic Space della durata di poco superiore al minuto che sarei pronto a scommettere essere proprio il film di cui parlavano! Evidentemente “Kjeld” ce l’aveva ancora!

EDIT: Ho perso la scommessa! Ho avuto modo di parlarne con Niels Milan Pedersen e mi ha detto che il filmato non è quello! Rimane comunque un bel filmato, naturalmente.

E questa è solo una delle migliaia di cose da fare alla LEGO House! Se non avete ancora prenotato una visita… fatelo al più presto!